Diversi opuscoli e pubblicazioni dell'ASIG informano su argomenti particolari o approfondiscono tematiche riguardanti il gas naturale.

Opuscoli gratuiti

I riscaldamenti a gas convincono per tutta una serie di vantaggi

Combustione pulita, investimenti relativamente contenuti per l'impianto e ingombro minimo: sono questi alcuni vantaggi del riscaldamento a gas. Inoltre, rispetto ad altri vettori energetici fossili, il gas naturale vanta emissioni ridotte di CO2 .

Come conseguenza della prima crisi petrolifera del 1973, la Svizzera voleva diversificare l'approvvigionamento energetico per ridurre la dipendenza dal petrolio. Inizia così l'era del gas naturale, che da allora ha segnato una frenetica evoluzione e oggi detiene una quota di circa il 35% del mercato svizzero del calore. In Svizzera, le città e gli agglomerati dispongono di una fitta rete di distribuzione del gas naturale e i Comuni allacciati sono ormai più di 800. Questa rapida diffusione è stata favorita dal costante ampliamento della rete, ma anche dal comfort offerto da un riscaldamento a gas. Rispetto al gasolio, inoltre, il gas naturale non richiede un locale di deposito. Per i riscaldamenti a gas resta tuttavia aperta le questione della dipendenza dell'approvvigionamento e della struttura dei prezzi dei fornitori.

Impiego universale

Tenuto conto del basso fabbisogno di calore soprattutto nelle mezze stagioni, gli edifici a basso consumo di energia richiedono sistemi termici che, grazie alla modulazione, sono efficienti anche nelle basse fasce di potenza. I riscaldamenti a gas soddisfano perfettamente questo profilo di requisiti. Il funzionamento progressivo delle moderne caldaie a gas consente un adattamento automatico della potenza fino a meno di 1 kW. Sono pertanto ideali per gli edifici con standard Minergie. L'ampia fascia di modulazione riduce al minimo le perdite in standby, a beneficio di un elevato rendimento annuo e di un basso consumo di gas.

La tecnica dei riscaldamenti a gas è evoluta. Esistono caldaie murali e a basamento. Gli apparecchi sono silenziosi e di semplice manutenzione. L'installazione non è dispendiosa in termini di tempo e questo si traduce in una rapida realizzazione anche nell'ambito dei risanamenti. Molto apprezzate, non soltanto per il design, sono le caldaie murali perché occupano pochissimo spazio. Per gli impianti fino a 70 kW non è richiesto un locale caldaia separato. Le installazioni nel sottotetto riducono i costi per la condotta di evacuazione dei gas combusti. I riscaldamenti a gas possono anche essere combinati con sistemi che sfruttano le energie rinnovabili.

Produzione di acqua calda

Per la produzione di acqua calda con il gas esistono diverse possibilità. In caso di produzione ACS centralizzata con la caldaia, l'accumulatore dovrebbe essere separato dal sistema di riscaldamento per motivi di comfort. In edifici abitativi, alberghi o stabili industriali si utilizzano scaldacqua ad accumulazione. Maggiore è l'accuratezza di dimensionamento in funzione delle prestazioni richieste, minore è il consumo di energia. Gli scaldacqua istantanei a gas vengono impiegati soprattutto per l'approvvigionamento decentralizzato di acqua calda. Grazie all'evacuazione flessibile dei fumi, possono essere collocati praticamente ovunque. Se dispongono della tecnica Hydro-Power, il flusso di acqua aziona un generatore idrodinamico che produce la corrente elettrica per l'accensione del bruciatore.

I principali vantaggi del riscaldamento a gas